Google

Pagine

Cerca nel Blog


Visualizzazione post con etichetta Secondi di Pesce. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Secondi di Pesce. Mostra tutti i post

1 maggio 2017

Trancio di Tonno al Sesamo Bianco e Nero con Salsa di Basilico e Menta

Preparare il tonno  fresco è una cosa veloce perché la carne è già di per sé molto saporita e deve tassativamente essere cotta per pochi minuti. La bistecca di tonno è quindi un ottimo secondo, magro, ricco di proteine e sali minerali da cucinare a fuoco vivace in pochissimo tempo.
Però il tonno è un gran pesce e la sua carne si presta a numerose preparazioni, così con un po' di tempo in più si possono cucinare piatti semplici ma nello stesso tempo straordinari.
La ricetta del Trancio di Tonno al Sesamo Bianco e Nero con Salsa di Basilico e Menta  è una preparazione ricca di aromi dovuti, in parte alla marinatura iniziale della carne che la rende più gustosa e morbida, poi all'uso di una panatura di sesamo tostato che dà profumo e croccantezza e infine l'accompagnamento di una fantastica (e irrinunciabile)  salsa di basilico e menta che aggiunge freschezza e dolcezza compensando il sapore un po' "metallico" del tonno. Un contorno di melanzana cotta in forno senza aggiunta di altri aromi completa questo piatto e lo rende una pietanza davvero speciale.
Questa è la ricetta:


Ingredienti x 4 persone

    tonno fresco, sesamo, salsa basilico e menta
  • 600 g di tonno fresco
  • 100 g circa di sesamo bianco e nero
  • olio extravergine
  • salsa di soia
  • vino bianco secco 

  • 2 melanzane
  • sale e pepe
Per la salsa di basilico e menta
  • 1 mazzetto di basilico
  • 10 foglie di menta
  • 100 g di yogurt greco
  • 1 cucchiaio di olio
  • 50 g di mandorle
  • sale e pepe

Procedimento:

Marinare il tonno con vino bianco e salsa di soia per circa mezz'ora prima della cottura.
Nel frattempo preparare la salsa mettendo in un mixer ad immersione  le foglie di basilico e di menta precedentemente lavate e asciugate. Aggiungere olio, yogurt, sale, pepe Frullare fino a formare una crema densa. Per ultime unire le mandorle e frullare ancora qualche istante.
Preparare le melanzane al forno tagliandole a metà e incidendole come per formare dei piccoli rombi. Aggiungere un filo di olio, sale e pepe e infornare a 180° per 20'-30'.
Tostare il sesamo in un padellino finché non avrà sprigionato il suo aroma.
Tagliare il tonno a cubetti di circa 5 cm. Passarli nei semi si sesamo.
Scaldare una padella antiaderente con un filo di olio, cuocere il tonno circa  2'-3' per lato.
Comporre il piatto e servire.
 
testo Giuli Foodie

18 settembre 2016

Baccalà con Olio al Rosmarino, Crema di Patale e Nocciole tostate

Eccomi di nuovo e sono abbastanza carica per ricominciare a condividere ricette.
Oggi ho preparato qualcosa di molto saporito, già sperimentato ieri sera in abbinamento con i gamberi. Ho avuto quindi la possibilità di dosare, aggiungere e equilibrare gli ingredienti ed è così che propongo la mia ricetta del Baccalà con Olio al Rosmarino, Crema di Patate  e Nocciole Tostate.
Un piatto realizzato con cotture semplici e veloci che esaltano il gusto e la bontà della materia prima.
Ingredienti  x 4 persone:
    baccalà arrostito, crema di patate, mandorle, nocciole, olio aromatizzato, rosmarino
  • 1 kg di baccalà ammollato
  • 400 g di patate rosse
  • 1 peperone rosso
  • 15 g di mandorle pelate
  • 15 g di nocciole tostate
  • olio evo
  • rosmarino
  • aglio
  • sale
Procedimento:

Arrostire il peperone dopo averlo privato dei semi e dei filamenti, spellarlo. Frullare con miniprimer aggiustando di sale. Tenere da parte la crema.
Scaldare l'olio extravergine di oliva con un rametto di rosmarino e uno spicchio di aglio in camicia.
Lessare le patate in acqua salata per circa 10' quindi sbucciarle, tagliarle a dadini e frullarle con un miniprimer aggiungendo un filo di olio al rosmarino. Tenere in caldo.
Tagliare il filetto di baccalà a losanghe dopo aver eliminato eventuali spine. 
Mettere il pesce dalla parte della pelle su una padella antiaderente ben calda. Cuocere per 5' - 8', quindi girare e terminare la cottura ancora pochi minuti.
Sistemare i filetti di baccalà su una base di crema di patate, unire le mandorle tagliate al coltello e le nocciole tostate intere, aggiungere un filo di olio al rosmarino. Servire con alcune gocce di crema di peperoni.


testo Giuli Foodie

1 luglio 2016

Cozze Ripiene Pane e Pecorino

Le cozze sono tra i molluschi più saporiti e facilmente reperibili, Nel periodo primaverile ed estivo si riproducono e sono così particolarmente gustose. Poichè crescono senza alcun problema sia in acque aperte che in prossimità di acqua salmastra o foci di fiumi,  e si nutrono sia di plancton che di residui organici, per mia scelta personale compro solo cozze di provenienza sarda. 
Semplici da preparare le Cozze Ripiene con Pane e Pecorino sono un' ottima ricetta per cucinare  queste gustosi molluschi. Io lo ho presentate con uno spago da cucina che tiene insieme le due valve con un semplice nodino e le ho preparate così:

Ingredienti x 4 persone 




    Cozza , Pane in cassetta, Pecorino Sardo
  • 1 kg di cozze sarde
  • 2 spicchi d’aglio
  • pomodori pelati
  • 200 g di pane in cassetta
  • 80 g di pecorino sardo
  • prezzemolo
  • sale e pepe
  • olio evo 

Procedimento:
In una casseruola mettere un filo di olio, aglio e i gambi di prezzemolo. Aprire le cozze già pulite e private del bisso a fuoco vivace. 

Appena cominciano ad aprirsi spegnere la fiamma e lasciare con il coperchio.

Sgocciolare le cozze e filtrare il liquido che dovrà essere tenuto da parte.

Preparare la salsa di pomodoro scaldando l’aglio nell’olio, unire i pelati (o la passata), aggiungere parte del liquido delle cozze, portate a ebollizione e fare cuocere per qualche altro minuto.

Preparare il ripieno tritando in un mixer il pane in cassetta, il pecorino, il prezzemolo e il liquido di cottura.

Riempire ogni guscio con il composto, chiudere con lo spago da cucina facendo un nodino.

Adagiare in una teglia da forno con il sugo sul fondo, infornare per 10’ a 180°.

Impiattare spolverando con prezzemolo tritato.

21 febbraio 2016

Capesante con Salsa Leggera allo Zafferano

Ho preparato questa ricetta come un secondo piatto leggero e saporito, ma potrebbe benissimo essere un antipasto servito nella loro elegante conchiglia. Le capesante si trovano abbastanza facilmente, ma non sempre sono "convincenti"così ogni volta che le vedo sui banchi belle fresche e lucide non so proprio rinunciare al loro sapore. 
Come spesso succede, cucinarle è uno step successivo e per le capesante c'è davvero l'imbarazzo della scelta
Cottura veloce e pochi ingredienti sono alla base della ricetta delle Capesante con Salsa allo Zafferano, un piatto raffinato che lascia intatto tutto il sapore dolce e delicato di questi buonissimi molluschi.

capesante, coqui san Jac, salsa, zafferano
Ingredienti x 4 persone:

  • 8 capesante
  • timo fresco
  • olio extravergine di oliva
per la salsa
  • 50g di burro
  • 1 bustina di zafferano
  • 350 ml circa di brodo vegetale
  • 35 g di farina
  • sale e pepe

    Procedimento:


    Preparare un roux con il burro e la farina. Aggiungere poco alla volta il brodo caldo ed infine lo zafferano sciolto in un cucchiaio di brodo. Mescolare la salsa fino a quando sarà liscia e omogenea. Aggiustare di sale e pepe.
    Levare il mollusco dalla conchiglia separando la noce, il corallo, che andrà tenuto da parte, e la cartilagine. Lavare sotto acqua corrente eliminando accuratamente la sabbia e le altre impurità. Adagiare su una carta assorbente. 
    Condire in anticipo le capesante con un filo di olio e qualche fogliolina di timo e lasciare insaporire.
    capesante, coqui saint jacques, zafferanoLa capasanta deve essere cotta velocemente, quindi scaldate bene una padella antiaderente (o una piastra). Sistemare le capesante schiacciandole leggermente e cuocere circa 2' su un lato, girare e terminare la cottura ancora per circa 1'-2'.  Togliere dalla padella e sistemare in un piatto mantenendole in caldo. Nella stessa padella saltare velocemente i coralli.
    Impiattare mettendo sul fondo la salsa di zafferano, sistemare le capesante  e di lato il corallo. Completare con un filo d'olio evo e decorare con un rametto di timo.

    testo Giuli Foodie

    4 dicembre 2015

    Bocconcini di Rana Pescatrice con Crema di Fagioli Borlotti

    I Bocconcini di Rana Pescatrice con Crema di Fagioli Borlotti, sono un secondo di pesce fatto con ingredienti dal sapore delicato e equilibrato a cui si aggiunge l' inaspettata piccantezza dello zenzero. Un piatto semplice e squisito che saprà conquistare tutti i commensali.

    rana pescatrice, coda di rospo, fagioli, cremaIngredienti x 4 persone


    • 250 g di fagioli borlotti secchi
    • 600 g trancio di pescatrice
    • 1 rametto di rosmarino
    • 2 scalogni
    • zenzero fresco
    • olio extravergine di oliva
    • Sale e pepe

    Procedimento:


    Cuocere i fagioli partendo da acqua fredda con scalogno e rosmarino e dopo averli tenuti a bagno per 8 h.

    Intanto preparare il pesce. Separare i due filetti eliminando la lisca centrale, tagliare dei bocconcini di circa di 4cm.

    Trasferirli in una marinata preparata con aghi di rosmarino spezzati, zenzero grattugiato, olio, sale e pepe.

    Mettere nel mixer i fagioli borlotti cotti aggiungendo del rosmarino, a piacere una foglia di salvia, e tanta acqua di cottura quanta ne occorre per ottenere una crema densa e liscia. 
    Quindi scaldare leggermente in un pentolino la crema e tenere in caldo.

    In una padella antiaderente scaldare lo scalogno con poco olio extravergine di oliva, prelevare i bocconcini dalla marinata e saltarli velocemente facendoli dorare su tutti i lati.

    Sul fondo di un piatto versare la crema di fagioli tiepida  adagiandovi sopra i bocconcini  di  rana pescatrice. Terminare con un filo di olio extravergine e a piacere altro zenzero grattugiato.

    testo Giuli Foodie

    Ultime ricette pubblicate